Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider

Enel: pubblicato piano strategico 2016-2019

Nella giornata di ieri, l'Enel ha pubblicato il piano strategico, inerente l'efficienza energetica, da seguire nel triennio 2016-2019. A farla da padrona è proprio l'attenzione sull'efficienza, intesa come riduzione dei costi. L'obiettivo è infatti quello di raggiungere un risparmio totale di 1,8 miliardi di euro. Un miliardo andrebbe risparmiato nell'ambito dei costi operativi, 800mila euro verrebbero invece risparmiati dagli investimenti di manutenzione.

Altri due punti fondamentali inseriti nel comunicato sono la pressione per accelerare la creazione di un margine operativo lordo, EBIDTA, e soprattutto un ampliamento degli investimenti adibiti alla crescita industriale energetica di 2,7 miliardi. In tal modo, si potrà aumentare il margine dell'EBIDTA, portandolo da 6,7 a 7,2 miliardi di euro tra il 2015 ed il 2019.

Si prevede quindi un balzo in avanti degli investimenti, che passeranno da 34,4 a 36,3 miliardi di euro, e saranno incentrati quasi totalmente sulle attività a rischio ridotto, i cui ritorni sono stabili. Stiamo dunque parlando delle rinnovabili, della generazione convenzionale supportata da contratti di acquisto dell'energia a lungo termine e delle reti elettriche. Da questo punto di vista, risulta interessante l'aumento degli investimenti, stimato al 30%. La capacità installata grazie a questi interventi sarà, entro il 2019, basata su fonti pulite e rinnovabili per oltre il 50%.

Sarà molto sfruttato il business delle reti, per il quale si prevede l'installazione di 21 milioni di nuovi contatori. Si punterà molto forte pure sul retail, per il quale Enel prevede di aumentare del 15% i clienti sul mercato libero e del 20% la quantità di energia venduta sul lungo termine.

Infine, si parla della semplificazione dell'asset societario, per il quale verrà proposta ad Enel Green Power un'integrazione societaria.

Qui il testo del comunicato stampa Enel (fonte www.qualenergia.it)

  • Per ogni punto percentuale in più di elettricità da rinnovabili il suo prezzo diminuisce di 2 €/MWh (Terna)