Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider

MiSe - Incentivi per l’efficienza energetica nelle imprese del Sud - dal 26 Aprile 2017

Regioni Convergenza, incentivi per le aziende dal MiSE

Incentivi per l’efficienza energetica per le aziende in Sicilia, Calabria, Campania, Puglia


Efficienza energetica: 100 milioni per imprese del Sud


La misura si rivolge alle imprese in Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia

Il decreto ministeriale del 7 dicembre 2016 disciplina le modalità e i termini per la concessione delle agevolazioni per programmi di sviluppo per la tutela ambientale. Le risorse disponibili, già assegnate con precedente decreto del 29 luglio 2015 a valere sull’Asse IV - Efficienza energetica - del PON, ammontano a cento milioni di euro.

L’avviso prevede l’agevolabilità i programmi di sviluppo per la tutela ambientale che consentano la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive.

Possono accedere delle agevolazione le imprese, di qualunque dimensione, che realizzano programmi in relazione ad unità locali riferibili ai settori di attività economica qualificabili come energivori*.

È previsto inoltre che possano beneficiare delle agevolazioni anche le imprese, di qualunque dimensione, qualificabili come a forte consumo di energia e rientranti nell’elenco istituito presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA).


I programmi agevolabili devono riguardare unità locali localizzate nelle Regioni meno sviluppate: Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia.

Le domande per l'accesso alle agevolazioni possono essere presentate a partire dal 26 aprile 2017 con le modalità che saranno rese disponibili a breve.
RES incentivi per le aziende siciliane per l'efficenza energetica


Il decreto ministeriale di disciplina del Bando (DM 7 dicembre 2016) è disponibile da oggi.


Le risorse finanziarie disponibili per la concessione degli aiuti sono pari a euro 100.000.000,00 (centomilioni).Con successivo decreto del Direttore generale per l'incentivazione alle attività imprenditoriali saranno indicati il termine di apertura e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione, nonché le condizioni, i punteggi e le soglie minime per la valutazione delle domande stesse.

* attività economica qualificabili come energivori:

06.1 ESTRAZIONE DI PETROLIO GREGGIO
06.2 ESTRAZIONE DI PETROLIO GREGGIO E DI GAS NATURALE
10.4 PRODUZIONE DI OLI E GRASSI VEGETALI E ANIMALI
10.8 PRODUZIONE DI ALTRI PRODOTTI ALIMENTARI
11.0 INDUSTRIA DELLE BEVANDE
16.1 TAGLIO E PIALLATURA DEL LEGNO
16.2 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI IN LEGNO, SUGHERO, PAGLIA E MATERIALI DA INTRECCIO
19.1 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI DI COKERIA
19.2 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI DERIVANTI DALLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO
20.1 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CHIMICI DI BASE, DI FERTILIZZANTI E COMPOSTI AZOTATI, DI MATERIE PLASTICHE E GOMMA SINTETICA IN FORME PRIMARIE
20.3 FABBRICAZIONE DI PITTURE, VERNICI E SMALTI, INCHIOSTRI DA STAMPA E ADESIVI SINTETICI (MASTICI)
23.1 FABBRICAZIONE DI VETRO E DI PRODOTTI IN VETRO
23.2 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI REFRATTARI
23.5 PRODUZIONE DI CEMENTO, CALCE E GESSO
23.6 FABBRICAZIONE DI PRODOTTI IN CALCESTRUZZO, CEMENTO E GESSO
24.1 SIDERURGIA
24.2 FABBRICAZIONE DI TUBI, CONDOTTI, PROFILATI CAVI E RELATIVI ACCESSORI IN ACCIAIO
24.4 PRODUZIONE DI METALLI DI BASE PREZIOSI E ALTRI METALLI NON FERROSI, TRATTAMENTO DEI COMBUSTIBILI NUCLEARI
24.5 FONDERIE
31.0 FABBRICAZIONE DI MOBILI
35.1 PRODUZIONE, TRASMISSIONE E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA
35.2 PRODUZIONE DI GAS; DISTRIBUZIONE DI COMBUSTIBILI GASSOSI MEDIANTE CONDOTTE
38.2 TRATTAMENTO  E  SMALTIMENTO  DEI RIFIUTI (limitatamente  ai  rifiuti  speciali  di  origine industriale e commerciale)
38.21 Trattamento e smaltimento di rifiuti non pericolosi
35.21.09 Trattamento e smaltimento di altri rifiuti non pericolosi

Fonte: MiSE

  • Per ogni punto percentuale in più di elettricità da rinnovabili il suo prezzo diminuisce di 2 €/MWh (Terna)